Via Cagliari, 20 - 09090 Albagiara (OR) - Tel 0783 938002 - Fax 0783 938420

Email: comunedialbagiara@gmail.com - PEC protocollo@pec.comune.albagiara.or.it

P. IVA-CF: 00070480959 - Fatt. Elettronica: UF4H56

Mený di navigazione destro

Sezione informativa

Progetto giovani e impresa

Progetto Giovani eImpresa

Assistenza alla nascita di imprese giovanili
VAI AL SITO

Rassegna stampa

In Evidenza

In Evidenza

Si informa la cittadinanza che sono stati attivati i seguenti interventi per il diritto allo studio:
1. BORSA DI STUDIO (a. s. 2016/2017)
2. BORSA DI STUDIO (a. s. 2016/2017) – NON RIENTRANTI NEI FONDI R.A.S.
3. BUONO LIBRI (a. s. 2017/2018)
4. BUONO LIBRI (a. s. 2017/2018) – NON RIENTRANTI NEI FONDI R.A.S.
 
scadenza presentazione domande 11/12/2017
 
 

La Fauna

Nel territorio Albagiarese, la fauna è rappresentata da numerosi esemplari di Cinghiali, Volpi, Martore, Gatto selvatico ed alcuni rapaci diurni e notturni quali: Poiana, Gheppio, Civette e Barbagianni.

Nella macchia mediterranea circostante il costone di "Su Padenti" possiamo trovare diversi tipi di uccelli quali: la Magnanina Sarda (Columba palumbus) in periodo migratorio, il Tordo Bottaccio, il Merlo e la Pernice sarda tutte specie piuttosto ricercate durante la stagione venatoria.

Nelle zone più basse sono presenti il coniglio selvatico, la lepre sarda, il riccio, la donnola.
La grande quantità di reperti fossili risalenti a 2000-3000 anni fa testimonia la presenza di grandi mammiferi quali cervi e daini ormai assenti.

Storicamente l'economia pastorale ha sempre fruito, da tempi remoti, del vasto pianoro sopraelevato. Ancora oggi le greggi di caprini e di ovini, i gruppi di bovini e di suini, non sono un incontro inconsueto per il visitatore del Parco.

Allevati con metodi tradizionali, forniscono prodotti alimentari genuini e dai sapori antichi, anche se destinati, ad una progressiva scomparsa per via della scarsa remuneratività di tali allevamenti e della conseguente mancanza di ricambio generazionale nella loro conduzione.

Fra i selvatici, assenti altri grandi erbivori presenti in varie parti dell'isola quali il cervo sardo, il muflone e il daino, meritevoli di menzione particolare sono sicuramente il gatto selvatico sardo e la martora sarda, ora in fase di lenta ripresa numerica dopo che, negli anni '80, hanno rischiato l'estinzione a causa della caccia di frodo spietata di cui erano oggetto. Nel l992 la Giara è diventata un'oasi di protezione faunistica in cui è bandita totalmente l'attività venatoria e dove possono vivere e riprodursi indisturbati ben 93 specie di vertebrati, il 50% del totale sardo, suddivisi in 14 specie di mammiferi, 11 di rettili, 64 di uccelli e 4 di anfibi (H. Shenk l989).